[VIDEO] Natural Language Processing: come funziona e le applicazioni nel business

In questo video spieghiamo come funziona la tecnologia alla base del Natural Language Processing, quali sono i suoi limiti e le sue potenzialità e come la si può applicare nel mondo del business per creare valore.

Il Natural Language Processing (NLP) è l’abilità delle macchine di capire, ricostruire ed elaborare il linguaggio umano. Questo vuol dire che, grazie a tale tecnologia, un computer potrebbe scrivere, leggere e comprendere testi scritti esattamente come farebbe un essere umano.

Ma come funziona la tecnologia alla base del Natural Language Processing? Quali sono i suoi limiti e quali le sue potenzialità? E come la si può applicare nel mondo del business per creare valore?

Per iniziare, applicazioni come il semplice Google Translate, Grammarly o i chatbot sono solo alcuni esempi pratici di questa tecnologia. Questi ultimi, in particolare, possono essere implementati nel servizio clienti per farci risparmiare enormi quantità di denaro e per aumentare al massimo l’efficienza e la velocità operativa.

Un’altra interessante applicazione del Natural Language Processing è il Sentiment Analysis, molto utile per comprendere il parere dei clienti nei confronti di un determinato prodotto o brand. Proprio per questo motivo, l’analisi del sentimento è piuttosto usata in ambito marketing e consente di realizzare campagne pubblicitarie particolarmente efficaci (un esempio è proprio KFC).

L’Insight Engine è un’ulteriore applicazione del Natural Language Processing, con risvolti interessanti nell’ambito del business. Immaginiamo di lavorare in uno studio legale e di dover trovare determinate informazioni in un enorme manuale con centinaia di pagine.

Ebbene, grazie a questa tecnologia, che funziona come un “estrattore di testo“, potremmo essere in grado di trovare in pochi secondi ciò che avrebbe altrimenti richiesto ore di lavoro.

Per concludere – spostandoci proprio verso l’apice della ricerca mondiale nel campo delle tecniche che fanno riferimento all’ambito di studi dell’intelligenza artificiale – troviamo proprio il famoso GPT-3 (Generative Pre-trained Transformer 3): un capolavoro di ingegneria in grado di scrivere testi estremamente precisi: grazie a questo modello di linguaggio, distinguere tra una mano umana o un computer diventa praticamente un’impresa impossibile.

Default image
Michael Saruggia
Michael Saruggia è un un consulente per AI, analytics e data strategy. Partecipa spesso come speaker e moderatore ad eventi e tavole rotonde trattando di temi legati ad AI, analytics e l’uso strategico dei dati. Gestisce una newsletter su dati e intelligenza artificiale destinata a business leader che vogliono capire questa tecnologia da un punto di vista strategico.
Articles: 2

Newsletter Updates

Enter your email address below to subscribe to our newsletter