Civic Tech – Tecnologie e progetti per il bene pubblico

Le cosiddette Civil Tech sono le tecnologie che abilitano l'impegno e la partecipazione attiva dei cittadini per il bene comune.

A dire il vero, non esiste una vera e propria definizione universalmente accettata di Civic Tech: i campi di applicazione sono vasti e questo rende difficile trovare un significato univoco al tema. Non solo, in quest’ambito si possono far ricadere una vastità di tecnologie, soluzioni, prodotti e servizi che rendono quindi ancor più sfidante stabilirne i confini (anche solo di terminologie).

Se le si vuole vedere da una prospettiva “politica”, le Civic Tech possono “diventare” quelle tecnologie utilizzate per migliorare o influenzare direttamente la governance, la politica o le questioni socio-politiche.

Tuttavia, questa prospettiva, ha spesso alimentato, negli ultimi cinque anni, un confusione tra Civic Tech e Gov Tech, portando molti ad utilizzare in modo approssimativo i due termini per descrivere, in via generale, innovazioni nel campo della pubblica amministrazione e della partecipazione dei cittadini. Ma le due cose sono ben distinte, si tratta di tecnologie utilizzate per scopi differenti e da persone diverse.

La differenza sostanziale sta nelle persone e negli obiettivi:

  • le Gov Tech sono le tecnologie utilizzate nell’ambito della pubblica amministrazione per migliorarne la digitalizzazione, l’efficienza ed erogare migliori servizi ai cittadini (i destinatari di queste tecnologie sono i governi e gli enti pubblici, anche se poi i cittadini possono beneficiarne in modo indiretto);
  • le Civic Tech, invece, sono tecnologie messe direttamente a disposizione dei cittadini che vengono utilizzate dalle persone per migliorare la comunicazione e la collaborazione tra di loro, favorire una attiva partecipazione al bene comune ed alimentare il cambiamento sociale.

Per promuovere ed accelerare concretamente un cambiamento sociale, gli strumenti di Civic Tech devono poter raggiungere un gran numero di utenti; la sfida più ardua è quindi coinvolgere i cittadini su vasta scala. Qualcuno, come il team di Civic Tech Field Guide, ci sta provando!

Civic Tech Field Guide, quando la conoscenza delle Civic Tech diventa patrimonio pubblico condiviso

La Civic Tech Field Guide è una directory globale di strumenti e progetti tecnologici civici. È un progetto ufficiale di Civic Hall , un centro collaborativo senza scopo di lucro con sede a New York City. È una raccolta gratuita, sotto licenza Creative-Commons, aperta a tutti e alla quale tutti possono attivamente contribuire.

In altre parole. la Civic Tech Field Guide è una raccolta globale di strumenti e progetti tecnologici in ambito civico (nell’accezione di “tecnologie per il bene pubblico”), messa a disposizione di tutti in crowdsourcing.

Sei gli ambiti di esplorazione e condivisione:

  • Engagement (tecnologie per la comunicazione e la collaborazione attiva tra cittadini);
  • Gov Tech (tecnologie per una più efficiente ed efficace amministrazione pubblica);
  • Civic Data (tecnologie che abilitano lo scambio e l’utilizzo di Open Data);
  • Advocacy Tech (tecnologie utilizzata per scopi di advocacy sociale e politica – intesa come supporto attivo e promozione di una causa – da organizzazioni non profit, campagne politiche e cittadini comuni);
  • Media (tecnologie a supporto della stampa e dei giornalisti per una comunicazione pubblica più trasparente e oggettiva);
  • Emerging Tech (tecnologie emergenti sulle quali è fondamentale creare una massa critica di conoscenza sufficiente a capirne gli impatti ed il valore).

Per ciascuno di questi ambiti, le risorse messe a disposizione pubblicamente vanno dalle ricerche agli approfondimenti divulgativi, fino alla condivisione di veri e propri progetti già realizzati da cui trarre best practice e suggerimenti utili per poter “replicare”, ampliare, migliorare i progetti stessi e capire come utilizzare al meglio le tecnologie per il bene pubblico.

Default image
Nicoletta Boldrini
Seguo da molti anni le novità e gli impatti dell'Information Technology e, più recentemente, delle tecnologie emergenti sulle aziende e sul loro modo di "fare business", nonché sulle persone e la società | Il mio motto: sempre in marcia a caccia di innovazione | #Hunting4Innovation
Articles: 32

Newsletter Updates

Enter your email address below to subscribe to our newsletter