Default image

Francesco La Trofa

Da vent’anni attivo nella ricerca relativa alle tecnologie 3D, divulgatore sul tema delle applicazioni enterprise di tali tecnologie e autore di “VR Developer. Il creatore di contenuti in realtà virtuale ed aumentata” (2018), edito da Franco Angeli (vrdeveloper.info). Scrive di IT anche per il portale https://www.sergentelorusso.it/

Intelligenza artificiale: cos’è, a cosa serve, esempi di applicazione

intelligenza artificiale cos'è
Senza alcuna pretesa di onniscienza, vediamo cosa si intende per intelligenza artificiale, quale è stata finora la sua storia e la sua presenza nell’immaginario collettivo. Vedremo inoltre come l’intelligenza artificiale raccolga, in un’unica definizione, approcci radicalmente differenti tra loro, quali sono i suoi livelli funzionali e, ancora, quali sono le principali tecniche di intelligenza artificiale attualmente in uso nei vari ambiti applicativi che la contraddistinguono.

Dati sintetici: opportunità, rischi e prospettive

Illustrazione di macchina che genera dati, su sfondo blu costituito da un muro di numeri, a esprimere il nuovo trend dell’intelligenza artificiale: dati sintetici generati da algoritmi di Machine Learning dotati di feature generative.
I dati sintetici costituiscono un’alternativa sempre più diffusa alla controparte reale. Tra le principali ragioni di questo successo ritroviamo una maggiore accessibilità dal punto di vista economico e la possibilità di rendere anonimi i dati, nel rispetto del GDPR. Non mancano, tuttavia, le note dolenti, come gli utilizzi impropri del deepfake.

Metaverso e blockchain: dai mondi virtuali 3D una nuova grande opportunità per l’universo crypto

Immagine con, in primo piano, uomo di affari che indossa visore VR su sfondo blu e, sulla sinistra, icone di bitcoin e criptovaluta, a esprimere la collaborazione tecnologica tra metaverso e blockchain e le opportunità di business nella creazione dei mondi virtuali 3D che ne derivano.
L’annuncio di Meta da parte di Mark Zuckerberg ha creato un immediato boom delle quotazioni dei metaversi già presenti, tra cui quelli basati sulla blockchain, come Decentraland o The Sandbox. La collaborazione tecnologica tra metaverso e blockchain promette grandi opportunità di business nella creazione dei mondi virtuali 3D, capaci di attirare attivamente investitori e brand.

Verso il metaverso: il successore di Internet, un universo virtuale che non c’è

Rappresentazione grafica di mondo virtuale, in cui una figura umana con visore VR interagisce col suo avatar, su uno sfondo dalle sfumature dal rosso al violetto e scritta in basso “Metaverso, verso nuovi universi virtuali”.
Il metaverso è un fenomeno tanto affascinante quanto controverso, come spesso accade quando si carica di eccessive aspettative qualcosa che non è assolutamente pronto per evidenti limiti a livello tecnologico ed esperienziale. Tuttavia, le potenzialità del metaverso sono enormi e molti lo indicano addirittura quale possibile successore di Internet. Cosa rende così interessante questi mondi virtuali 3D?

Cosa sono e come funzionano i deepfake

Deepfake
I deepfake sono molto più di una moda del momento. La sensazione è che l’attuale hype mediatico abbia fatto soltanto la punta di un iceberg, che nei prossimi anni potrebbe rivelare un potenziale dirompente in tutte le applicazioni multimediali. Tra rischi, opportunità e curiosità tecnologica, è sin d’ora opportuno interrogarsi su come normare la creazione di contenuti potenzialmente ingannevoli.

Intelligenza artificiale per la salute: etica e governance

intelligenza artificiale per la salute
L’intelligenza artificiale dimostra un enorme potenziale nello sviluppo della medicina e della salute a livello globale. Il suo indirizzo deve risultare compatibile con il rispetto dei diritti umani, evitando i rischi che un utilizzo esclusivamente speculativo potrebbe inevitabilmente comportare. Uno studio condotto dall’OMS delinea sei principi fondamentali per guidare il design, lo sviluppo e l’utilizzo dell’intelligenza artificiale per la salute.