Default image

Paola Cozzi

Giornalista dal solido background acquisito lavorando presso i più prestigiosi Editori italiani | Ventidue anni di esperienza nello sviluppo di prodotti editoriali b2b, cartacei e digitali | Vent'anni alla direzione di una testata b2b in tema di Sicurezza anticrimine di tipo fisico | Attualmente si dedica al Giornalismo Digitale ed esplora nuove tecniche e nuovi stili di comunicazione

Intelligenza artificiale e morbo di Alzheimer: un passo avanti nello sviluppo della Risonanza Magnetica Funzionale quale tecnica per la diagnosi precoce

intelligenza artificiale e morbo di Alzheimer
Lavorando sull’algoritmo di deep learning noto come Rete Neurale Convoluzionale, i ricercatori della Texas Tech University ne hanno sviluppato una tipologia particolare e inedita, in grado di distinguere, sulla base dei dati prodotti dalla Risonanza Magnetica Funzionale, le immagini di persone sane, di persone con deterioramento cognitivo lieve e di persone con morbo di Alzheimer conclamato, segnando un passo importante verso la diagnosi precoce di questa patologia neurodegenerativa dai danni irreversibili.

Dall’intelligenza artificiale un aiuto alla sismologia nel rilevare i terremoti impercettibili, culle dei terremoti distruttivi

Intelligenza artificiale sismologia e terremoti
Comprendere i meccanismi di accumulo di tante, lievi e continue scosse sismiche nel corso di decenni o di secoli, potrebbe essere la chiave per ridurre i danni causati da terremoti di forte intensità. Un aiuto, in questo, proviene dall’intelligenza artificiale che, per mezzo di algoritmi di machine learning, supporta i sismologi nel raccogliere più informazioni possibili sui movimenti delle strutture profonde delle faglie.

Trattamento dati personali sul Web: dal machine learning uno strumento per prevenire profilazioni e tracciamenti non autorizzati

Trattamento dati personali e machine learning
Un team di ricercatori provenienti dalle Università di Madrid, Berlino e Cipro, servendosi di algoritmi di machine learning, ha sviluppato un "classificatore" automatizzato di siti Web, in grado di identificare gli URL dai contenuti sensibili, di avvisare l’utente prima che questo vi atterri e venga profilato e di bloccare i Web tracker.

Tracciabilità prodotti alimentari e consumo responsabile: è possibile conoscere in tempo reale metodo di pesca e area di provenienza del pesce?

Tracciabilità prodotti alimentari e consumo responsabile
IBM Services ha di recente messo a punto una nuova piattaforma, per mezzo della quale, accedendo in modo anonimo, i consumatori del tonno Rio Mare potranno conoscere in tempo reale le informazioni relative al prodotto, tra cui metodo di pesca, oceano e area FAO di provenienza, nome della nave e stabilimento produttivo.

Accumulatori di energia: dalle biotecnologie ambientali soluzioni di stoccaggio ecologicamente sostenibili

Accumulatori di energia
Gli scienziati e i biotecnologi dell’Università di Graz, in Austria, hanno trovato un modo per convertire la semplice molecola della vaniglia in materiale elettrolitico per batterie liquide. Questa scoperta è un passo importante verso lo stoccaggio ecologicamente sostenibile di energia, incluso tra le iniziative della Commissione europea volte a raggiungere la neutralità climatica in Europa entro il 2050.

Nanotecnologie e nanomedicina: la ricerca spinge verso nanorobot iniettabili che camminano grazie alla tecnologia laser

Nanotecnologie e nanomedicina
Dalla Cornell University, nello stato di New York, uno studio sui primi nanorobot iniettabili che incorporano semiconduttori, consentendo loro di essere controllati - e di camminare - per mezzo di segnali elettronici. Dalle dimensioni di un organismo unicellulare, questi microscopici robot forniscono un modello base per sviluppare, in futuro, versioni ancora più complesse, che sarà possibile produrre in serie e che, un giorno, potrebbero viaggiare attraverso i tessuti e il sangue umani per sondarli, curarli e guarirli.

Artificial intelligence e fisica nucleare: grazie al machine learning si studiano algoritmi per accelerare il campionamento dei dati

intelligence artificiale e fisica nucleare
Un team di ricercatori di fisica e AI, guidato dal MIT - Massachusetts Institute of Technology, sfrutta intelligenza artificiale e machine learning per studiare la fisica delle particelle. E se la portata della ricerca in questo campo dovesse sfuggirci, ci basti sapere che, tra le applicazioni sviluppate in passato, frutto di ricadute tecnologiche di alcuni progetti, figurano il World Wide Web, il protocollo http, il linguaggio HTML e la PET - Positron Emission Tomography, tecnica di medicina nucleare per lo studio delle patologie neoplastiche.

Artificial intelligence e pregiudizi algoritmici: quanto pesa la discriminazione geografica sulle applicazioni di diagnostica medica?

artificial intelligence discriminazione geografica
I ricercatori della Stanford University hanno scoperto che i dati di soggetti provenienti da solo tre Stati USA allenano gli algoritmi di intelligenza artificiale utilizzati dalla maggior parte degli strumenti diagnostici americani. Trentaquattro Stati non sono affatto rappresentati e gli altri tredici hanno fornito dati limitati. Il che solleva interrogativi sulla reale efficacia di tali strumenti nell’effettuare indagini diagnostiche su tutti i pazienti degli Stati Uniti, non solo su una parte. E tiene accesi i riflettori sulla questione dei pregiudizi algoritmici della macchina e delle decisioni discriminatorie che ne derivano.

Artificial intelligence ed etica: è il momento di passare dalla teoria ai fatti

artificial intelligence etica
In attesa del primo strumento normativo globale sull'etica dell'intelligenza artificiale, a cura dell’UNESCO e in approvazione a novembre del 2021, “è importante che adesso si passi, dai principi, alle azioni concrete” sottolinea Francesca Rossi, AI Ethics Global Leader IBM. Di strumenti di cui servirsi per sviluppare sistemi di Artificial intelligence che siano etici, le aziende, gli sviluppatori AI, ne hanno. Ora è tempo di tradurre il tutto in fatti.

Intelligenza artificiale e parità di genere: l’UNESCO apre il dibattito e fissa le linee guida

intelligenza artificiale parità di genere
“Algoritmi e sistemi di intelligenza artificiale hanno il potere di diffondere e rafforzare stereotipi di genere, che rischiano di emarginare le donne su scala globale” si legge nel Report 2020 dell’UNESCO in tema di intelligenza artificiale e parità di genere, aprendo così il dibattito su scala mondiale e anticipando quello che sarà il primo strumento normativo globale sull'etica dell'intelligenza artificiale.

Vaccino HIV: a che punto è la ricerca e perché è diventata più urgente

vaccino HIV
L’attuale terapia contro l’HIV non è in grado di porre fine all'epidemia nelle aree più colpite, Africa in testa. La sua fornitura, per motivi di costo, incontra molti ostacoli, soprattutto nei paesi a basso reddito. Questo, unito alla sua complessità, alla necessità di un monitoraggio continuo dei pazienti e agli effetti collaterali talora pesanti, spingono con urgenza verso la messa a punto di un vaccino a livello mondiale.

Energia pulita e idrogeno, il calo dei costi del solare riaccende le speranze ma i tempi si allungano

energia pulita e idrogeno
La grande vision dell'economia dell'idrogeno ha subito una frenata a causa dei costi ancora elevati derivanti dalla produzione della sua versione pulita e dai consistenti investimenti in macchinari e strumenti necessari per metterla in uso. Si prevede che l'idrogeno verde diventerà economicamente competitivo su scala industriale entro dieci anni. E l'Agenzia Internazionale dell'Energia (AIE) stima che il suo costo scenderà del 30% entro il 2030.

Cyber attack e prevenzione: il MIT sviluppa una piattaforma per analisi quantitative dei rischi in azienda

cyber attack
Un’analisi a ritroso di che cosa non ha funzionato in seguito a un attacco informatico, dove il punto non è escogitare nuove misure di sicurezza, ma applicare con metodo quelle che già si possiedono: è il contenuto dello studio dei ricercatori del Computer Science and Artificial Intelligence Laboratory del MIT, che ha portato allo sviluppo di una nuova piattaforma di aggregazione dati che aiuta le aziende a "quantificare" le proprie vulnerabilità.

Biotecnologia e ingegneria metabolica: dall’Università di Stanford uno studio per produrre farmaci modificando geneticamente il lievito

biotecnologia e ingegneria metabolica
Un gruppo di bioingegneri dell’Università di Stanford, in California, ha riprogrammato il meccanismo cellulare di un particolare tipo di lievito, con l’obiettivo di produrre alcaloidi tropanici, sostanze naturali dalle proprietà antispastiche e sedative, normalmente presenti nelle foglie di alcune piante che abbondano in Sudamerica e che non è sempre facile importare, soprattutto in epoca Covid-19.

Data Breach, responsabilità del Cyber Security Manager e caso Uber: l’analisi e i consigli di Forrester

data breach
È delle scorse settimane l’atto di accusa dell’FBI contro Joseph Sullivan, ex Cyber Security Manager di Uber, per avere tenuto nascosto un Data Breach, ostacolato l’attività investigativa dei funzionari federali e celato il tutto ai Dirigenti dell’azienda. Indipendentemente dall’esito che avrà il processo, quanto accaduto serve da lezione a tutti coloro che, all’interno delle aziende, si occupano di cyber security. Vediamo in che modo.

Terapie Digitali e Digital Health, dalla farmacologia classica a un nuovo approccio al trattamento della malattia

terapie digitali
Se nelle terapie farmacologiche il principio attivo è una molecola, chimica o biologica, nelle Terapie Digitali è un software, un algoritmo, che si presenta al paziente nelle forme di un’app o di un videogioco. Insieme a Giuseppe Recchia, Co-Founder e CEO daVinci Digital Therapeutics e Vice President Fondazione Smith Kline, vediamo in che modo questo nuovo approccio al trattamento della malattia agisce sui pazienti e quali scenari futuri apre.

Intelligenza artificiale e robotica, tra potenzialità e rischi, al centro dell’Umanesimo digitale

intelligenza artificiale
Un Umanesimo tecnologico si impone: è la posizione della Fondazione Leonardo-Civiltà delle Macchine che, con l’obiettivo di offrire uno schema di buona prassi all’industria dei settori IA e robotica, ha messo a punto lo “Statuto etico e giuridico dell’intelligenza artificiale”, inquadrando i nodi etici dell’attuale società digitale e proponendo ai decisori politici un insieme di regole per garantire che le nuove tecnologie restino una forza benefica - e non maligna - del nostro tempo.

Utilizzo di nanotecnologie e nanoparticelle in ambito oculistico: la ricerca punta sulla retina artificiale liquida

nanotecnologie e nanoparticelle
Una retina artificiale che si inietta con un ago, senza bisogno di interventi chirurgici invasivi né di fili o di dispositivi wireless per l’alimentazione, fatta di nanoparticelle biocompatibili sensibili alla luce: esiste ed è in fase di sperimentazione, grazie al lavoro congiunto dei ricercatori del Center for Synaptic Neuroscience dell’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) di Genova, del team del Center for Nano Science dell’IIT di Milano e della Clinica Oculistica dell’IRCCS Sacro Cuore Don Calabria di Negrar, a Verona.

La ripresa economica impone un cambiamento culturale fondato su fiducia e risultati: il manifesto lanciato da Fondazione Leonardo-Civiltà delle Macchine

ripresa economica
“Bisogna riprendere a parlare di futuro non come astratta aspirazione, ma come realtà da costruire. Una svolta così profonda ha bisogno di un cambiamento culturale. Occorrono fiducia e risultati”: questo il cuore del “manifesto sulla fiducia” lanciato da Luciano Violante, presidente della Fondazione Leonardo-Civiltà delle Macchine, allo scopo di avviare una discussione pubblica su azioni e iniziative concrete da compiere per portare il nostro Paese ad accantonare il vecchio e a varare una stagione nuova.

Epigenetica e carcinogenesi, dal MIT e dell’Harvard University un nuovo modello di controllo del processo di formazione dei tumori

epigenetica ricerca
Da uno studio del MIT - Massachusetts Institute of Technology e dell’Harvard University, un nuovo modello di controllo del processo di carcinogenesi basato su una serie di modifiche strutturali alla cromatina. Lavoro - questo - che fornisce uno dei primi esempi di utilizzo di dati epigenetici a singola cellula per individuare quei geni che regolano la formazione dei tumori.